Ray-Anderson (ColaJazz)

Ray Anderson (Resident Artist) - Master Class trombone/brass + ensemble

News,Eventi,Insegnante

Ray Anderson è il nostro Resident Artist 2019! Insegna presso l'accademia jazz una master di trombone e una di interplay. Si esibirà inoltre al festival MeranOjazz il Venerdì, 12 luglio, con Bobby Previte (che era in paasato già Resident Artist a Merano). Anderson è uno dei più grandi trombonisti del nostro tempo. La sua inconfondibile giocosità è comunemente nota, così come le sue divertenti composizioni (vedi esempi in appendice).

Descritto dal critico Gary Giddins come "uno dei più avvincenti trombonisti", Ray Anderson è a sua volta un musicista estremamente lirico e audace improvvisatore, un solista dal suono naturale e un innovatore formidabile . Ampliamento della portata sonora del trombone con le sue tecniche estese, l'uso brillantemente non convenzionale del muto stantuffo e toni dimostrativi di tipo vocale, ha svolto un ruolo importante nel risvegliare l'interesse per lo strumento negli anni '80.
Nominato cinque anni consecutivi come miglior trombonista nel Down Beat Critics Poll e dichiarato "il più entusiasmante lettore di diapositive della sua generazione" dalla Penguin Guide to Jazz su CD, Anderson ha mostrato una gamma notevole. Ha diretto o co-guidato un assortimento scoraggiante di gruppi tradizionali, sperimentali, grandi gruppi, blues e funk e persino un quartetto di tromboni. È riconosciuto come compositore originale e avvincente e ha registrato più di 100 composizioni personali con questi gruppi. Ha anche dimostrato le sue speciali capacità di supporto su un vasto assortimento di album di Anthony Braxton, David Murray, Liberation Music Orchestra di Charlie Haden, Dr. John, la Concert Jazz Band di George Gruntz, Luther Allison, Bennie Wallace, Henry Threadgill, Barbara Dennerlein, John Scofield, Roscoe Mitchell, New York Composers Orchestra, Sam Rivers 'Rivbea Orchestra e molti altri.
Anderson è un insegnante dotato. Da molto tempo insegna con passione in workshop e master-classes in tutto il mondo. È stato direttore del Jazz Studies presso la Stony Brook University dal 2003. "Mi piace molto insegnare", dice. "L'energia degli studenti e la possibilità di ispirarli rendono il lavoro estremamente gratificante."

STAMPA
Ha "una fluidità e una portata sullo strumento che sarebbe sembrata impossibile qualche anno fa ... come una versione trombone del suono del sassofono tenore di John Coltrane". (Robert Palmer, NY Times).
"Il più famoso trombonista della sua generazione." (Gene Seymour, NY Newsday)
"Anderson è un vero e totale originale." (Fred Bouchard, Jazz Times)
"Le costolette di Ray sono fenomenali - dal legato in picchiata allo staccato a rotta di collo, dai ringhi più cattivi ai più dolci piagnoni - ma è evidente che non si tratta di tecnica, che a volte dimenticherà completamente la tecnica: è la sensazione che sta suonando, ..." (Michael Bourne, Downbeat)

Audio Ray Anderson spielt Duke Ellington's Sound of Love

Audio Ray Anderson "Alligatory Crocodile"

Ray Anderson Wikipedia

Ray Anderson Website